Arredamento bagno: ecco una guida per non dimenticare niente se lo si deve arredare

Per quanto piccolo sia, il bagno è un ambiente cuore della casa. Questa stanza, infatti, la si utilizza quotidianamente e per quanto poco ci si passi è importante sentirsi a proprio agio ed avere a portata tutto quanto occorre per la cura della propria persona. Una caratteristica che ritroviamo in tanti bagni è la dimensione ridotta anche se, a chi ha la fortuna di godere di più bagni, capita di avere anche una stanza da bagno con maggiore metratura.

Indispensabile per rendere questo ambiente accogliente e gradevole, ma anche comodo è la luce. Non tutti hanno ovviamente un bagno con una grande finestra ed esposto ottimamente, ma la luce la si può in qualche modo creare anche valorizzando quella presente. La chiave di volta in questo senso è effettuare una scelta di colori ponderata e cosciente che garantisca luminosità ovviamente nel rispetto dei gusti estetici di chi arreda e di chi utilizza questo spazio.

Gli elementi presenti in bagno

Gli elementi che vanno a costituire l’arredamento del bagno sono pochi di fatto, quantomeno quelli essenziali, ma devono essere ben scelti e organizzati con strategia. I protagonisti sono ovviamente i sanitari: lavabo, bidet (se presente), vaso e la doccia o la vasca.

Se un tempo questi erano di fatto sempre gli stessi modelli perché poco venivano considerati, oggi invece ci sono tante tipologie, colori, dimensioni che consentono di personalizzare al massimo il proprio bagno. In base allo spazio si opterà per una doccia piccola o con un piatto più grande o, ancora, per una vasca o doccia idromassaggio.

Anche per gli arredi c’è grande varietà: si tratta nello specifico di mobili lavabo, colonne pensili, specchiere. Quello che hanno in comune di solito questi prodotti è l’essere fatti in materiali che sopportino bene l’umidità e il tentativo di contenere molti oggetti seppur sprecando meno centimetri possibile.

Arredare il bagno: cosa, come e perché

La scelta di che cosa mettere in bagno dipende molto dallo spazio a disposizione. In linea di massima, come detto, per questo ambiente si tende a cercare di risparmiare spazio e a favorire la diffusione della luce. Ecco perché fra i prodotti più gettonati come sanitari ci sono sicuramente quelli sospesi a muro. Questi permettono il passaggio della luce e danno la sensazione di leggerezza e spazio. Di fatto consentono realmente di risparmiarne perché sono proprio adiacenti alla parete e meno profondi rispetto ad un tempo. Se tuttavia non si ha lo scarico dietro ma a terra, si può anche optare per un modello filomuro a terra, ugualmente di moda e poco profondo.

La doccia o la vasca, che comunque restano l’oggetto più ingombrante in assoluto della stanza, saranno ubicati nel posto più logico e avranno dimensioni commisurate allo spazio: una bella doccia idromassaggio o una vasca tipo spa sicuramente saranno per chi ha spazio sufficiente. Oggi come oggi comunque le dimensioni sono variabili e ci sono modelli anche per chi non ne ha poi molto.

L’arredamento è ancora più variegato dei sanitari: ce ne sono innumerevoli misure, colorazioni, forme. Per i bagni piccoli di certo i design moderni, essenziali e puliti, sono quelli che più consentono di dare ariosità e di fornire spazio contenitivo ma occupandone poco. Mobili lavabo, colonne pensili per il bagno e altri armadietti e complementi dovranno essere ben abbinati. La regola generale è mettere un complemento alla volta e solo il necessario per non riempire troppo e far diventare l’ambiente opprimente. I colori chiari sono da favorire, anche per i tessili.