Arredare la casa in stile moderno: l’eleganza di linee essenziali e colori neutri

In questo periodo di permanenza a casa sono in tantissimi a cogliere l’occasione per rinnovare la casa. Qualche mano di bianco qui e là, tocchi di colore, nuovi arredi per la casa, quadri nuovi, lampadari bellissimi. Alla fine per portare una ventata di freschezza in casa, con la fantasia e gli acquisti online, alla fine non è cosa poi così difficile e nemmeno troppo dispendioso se si trova il fornitore giusto.

Molte persone oggi scelgono di rinnovare la casa adottando uno stile più moderno. Il motivo di questo orientamento è molto semplice: lo stile moderno è molto essenziale e semplice. Questo vuol dire non solo che in fondo lo si ricrea facilmente, ma che è in grado di rendere gli ambienti molto più ariosi, luminosi e spaziosi. Caratteristiche che tutti vorremmo identificassero la nostra casa.

Cambiare lo stile della casa, senza stravolgerlo

Per portare aria di novità in casa non serve gettare via tutti gli arredi presenti, nella maggior parte dei casi, ma è sufficiente fare un rinnovo dei dettagli. A meno che in questo momento non si abbia in casa uno stile del tutto particolare: un country, un shabby chic, se gli arredi sono standard è facilmente possibile creare uno stile moderno solo eliminando alcuni oggetti ed inserendone degli altri.

Prendiamo l’esempio del soggiorno, dove applicheremo regole che di fatto si possono replicare anche nel resto della casa. Le scaffalature del mobile tv, il divano, la cucina, la tavola e le sedie supponiamo di mantenerli, proprio nell’idea di non stravolgere la casa. L’obiettivo, ricordiamolo, è di cambiarne lo stile ma senza andare a spendere molto o dover fare grossi lavori, quindi si andranno a sostituire i dettagli. Per rinnovarli eventualmente è possibile pensare di ricoprire il divano per cambiargli colore, cambiare solo gli sportelli della cucina (che sono in fondo quelli che si vedono), ridipingere le scaffalature del salotto.

La ventata di novità: cosa acquistare

Come anticipato ci sono dei prodotti che sarà tuttavia necessario acquistare nuovi, specie se quelli che si possiedono non sono in stile moderno. In particolare bisognerà sostituire: i lampadari, i quadri ed i decori troppo barocchi, la tappezzeria ed eventualmente il colore di qualche parete.

Il lampadario moderno è a led, è voluminoso e dalle tinte chiare e a prevalere è soprattutto l’acciaio lucido. Forme particolari, “spaziali” quasi, attirano lo sguardo e lo ammaliano dando all’ambiente subito un’aria sofisticata. Il lampadario moderno di ultima generazione è il lampadario moderno a sospensione, ma se nella stanza questa tipologia di modello non è adatta, è possibile dotarsi di un’applique o un lampadario moderno di design che non sia troppo ingombrante.

Per rinnovare casa con lo stile moderno è necessario, poi, liberarsi di quadri e decorazioni troppo ardite, barocche che hanno l’aria obsoleta, puntando piuttosto a quadri moderni. I quadri moderni dipinti a mano su tela, singoli o in set, cioè con l’immagine composta da più quadri separati fra loro, possono avere vari soggetti (a tema astratto, naturale, tecnologico, urbano): tutto dipende dal gusto personale e dai colori che si vogliono far prevalere nella stanza. Se lo spazio è ristretto, per portare luce è sempre opportuno scegliere colori chiari. Eccezion fatta a questo proposito per tipologie come stampe canvas su tela retroilluminate.

Indispensabile, infine è cambiare eventuali elementi di tappezzeria troppo retrò. Tappeti, tende, cuscini dovrebbero essere dallo stile essenziale, magari con colori neutri o sgargianti in contrasto, ma senza troppi riccioli, frangette e dettagli simili. Importante nella scelta della tappezzeria è valutare il resto dell’ambiente per quanto riguarda le cromie: se in generale ci sono colori neutri allora si può azzardare un giallo, un lime, un rosso, un arancione. Se invece già c’è qualche tocco di colore o lo si riprende identico nella tappezzeria oppure è meglio optare per la stessa linea di colori neutri.