Arredare una camera da letto moderna: quadri, luci, decorazioni

La camera da letto è una delle zone più intime della tua casa, non saranno in tanti a vederla, ma che tu ci debba andare quotidianamente è già un buon motivo per dedicare attenzione al suo arredamento. Questa stanza parla di chi la vive, della sua personalità, del suo carattere, anche se si tratta di qualcosa che, appunto, non ha come obiettivo quello di apparire o di mostrare niente a nessuno. Se capita spesso di comprare armadio, letto e arredi senza neanche troppa difficoltà, è vero che poi non si sa più come completare la propria opera.

Per arricchire una stanza da letto bisognerà curarsi di acquistare un bel lampadario o più lampadari, uno principale e altri per la luce soffusa che in stanza ci vuole; dei bei quadri e tutto quanto occorre per rendere lo spazio bello oltre che utile. Vediamo qualche idea e qualche regoletta da interior designer.

Decorare la testata del letto

Una parte di parete che di certo ha tutte le carte in regola per diventare la dominante è sicuramente la testata del letto, ovvero quella dove la testata poggia. È chiaro che vanno seguiti i propri gusti personali, ma c’è qualche regola che aiuterà a non appesantire l’ambiente. Se il letto ha una testata già alta, è bene non aggiungere cose troppo grandi, optando piuttosto per qualcosa di bello ma essenziale. Qui, per questo, c’è anche chi sceglie volontariamente di lasciare solamente le luci.

Se il letto ha la testata bassa e/o è molto essenziale e semplice, come accade spesso nello stile moderno, allora è possibile azzardare un po’ di più, osando qualche bel quadro importante che arricchisca lo spazio, ma senza che sia troppo o soffocante. Qui sarebbe bene sempre comunque rispettare la di colori dell’arredamento, scegliendo magari quelli tenui, perfetti per coniugare il riposo. Ottima idea sono i quadri retroilluminati, magari con un bel rilassante paesaggio marino, una spiaggia o qualche paesaggio naturale.

Le luci nella stanza

L’illuminazione nella stanza da letto è importante perché deve coniugare il sonno, permettere il riposo, ma senza ricordare una stanza d’ospedale. Le luci qui devono essere di due tipologie: ci devono essere quelle utili a vedere bene anche durante gli orari serali e quelle d’atmosfera, soffuse.

Per quanto riguarda i lampadari principali ( vedi le tendenze 2020 qui ), quelli per la luce utile, è bene optare per una luce che sia diretta, ben diffusa. Per fare questo è possibile prendere un lampadario per la camera che sia a led. Il design può essere di vario genere: molto in voga però sono di certo i lampadari a sospensione, con forme geometriche.

Molto di moda, specie per lo stile moderno l’utilizzo dell’acciaio, del vetro. È importante ovviamente che i lampadari della stanza si sposino bene fra loro: se le forme sono curve, le avranno così tutti, se si scelgono forme squadrate, avranno tutti una forma di questo tipo.

I lampadari per la stanza da letto che devono fare una luce soft dovrebbero avere una luce calda. Oggi si usano illuminazioni miste: fatte da led nascosti dietro alla testata, quadri retroilluminati, abat jour moderne.