Come si montano i sanitari del tipo a filo muro

Una alternativa moderna ai vecchi sanitari con scarico a terra sono i sanitari a terra a filo muro. Essi, potremmo dire, si collocano a metà fra i sanitari del tipo sospeso e quelli più classici. Aderenti alla parete non mostrano le tubature idrauliche, antiestetiche e poco pratiche, risultando attuali, eleganti e moderni come i sospesi, pur mantenendo lo scarico a terra.

I design in commercio di sanitari a filo muro sono tantissimi oggi: ce ne sono stondati, squadrati, più o meno profondi, più o meno alti, con brida o senza brida. La scelta, insomma, è ampia e variegata cosicché ognuno può scegliere in base al tipo di arredamento che ha scelto per casa, quello che meglio si adatta. Nella maggior parte dei casi la scelta cade su ceramiche bianco lucido perché risultano ordinate e conferiscono all’ambiente un’aria pulita, igienica e favoriscono la diffusione della luce. Il costo di questi sanitari è tutto sommato contenuto, economico, potremmo dire, se li si acquista direttamente da produttore. Moltissime persone oggi scelgono di comprare online in maniera diretta, così da spendere meno, arrangiandosi da sé per quanto concerne il montaggio che, con un po’ di abilità manuale, è abbastanza semplice. Vediamolo.

Come si montano i sanitari a filo muro?

Erroneamente qualcuno potrebbe pensare che, essendo in questi dispositivi tutto nascosto all’interno, il montaggio è difficile. In realtà non è così: basta infatti sapere come fare e tutto diventa semplice. In realtà il montaggio non differisce molto dal montaggio dei soliti sanitari: l’elemento chiave da tenere presente sono gli scarichi. L’incastro degli scarichi al sanitario deve essere perfetto! Fatto in modo che sia così, il resto vien da sé. Gli impianti di scarico devono essere fatti in modo da coincidere con le quote prescritte dal produttore per quello specifico modello.

I sanitari (il vaso e il bidet) devono essere ben attaccati al muro, in maniera tale che lo scarico alla parete coincida con il raccordo del sanitario. Una volta collegato il dispositivo sotto e al muro, allora il tutto va fissato. I sistemi di fissaggio possono essere diversi: ci possono essere le squadrette oppure i tasselli. Tutto dipende e può cambiare da modello a modello o da produttore a produttore.

Attenzione!

Nel movimentare i sanitari in ceramica è necessario adottare molta attenzione: basta poco infatti per graffiarli e rovinarli oppure per rovinare le piastrelle a terra o a muro. In questo senso è meglio essere in due, così si sposteranno vaso e bidet sollevandoli, senza trascinarli. Prima di fissare il tutto e sigillare con i prodotti apposta è consigliabile fare un test. Quando il vaso o il bidet è in posizione, con tutti i raccordi inseriti, basta provare a scaricare un po’ d’acqua, osservando e toccando con mano che non vi siano perdite. Se così è, allora tirate lo sciacquone “pieno”, per una conferma. Se è tutto ok allora a quel punto è possibile procedere con le viti di fissaggio, chiudendo tutto con un filo di silicone. Quest’ultimo passaggio, ovvero la sigillatura con il silicone, non è d’obbligo, ma viene consigliata nella maggior parte dei casi.