Cresce l’interesse verso l’ambiente e i veicoli elettrici spopolano!

Nell’aria c’è profumo di primavera e in tanti stanno iniziando a guardarsi intorno per acquistare un veicolo elettrico, come le biciclette, i monopattini o gli hoverboard. Anche chi ha sempre apprezzato il fatto di stare all’aria aperta ma non poteva utilizzare quotidianamente bicicletta, monopattino o skateboard, per andare per esempio al lavoro per la fatica o per non arrivare zuppo di sudore a destinazione, oggi può invece farlo senza alcun problema. Grazie a questi mezzi, infatti, è possibile coprire piccole medie distanze con un’unica carica permettendo anche a chi non è allenato di arrivare a destinazione tranquillamente.

Dal momento che questi mezzi sono sempre di più sulle strade anche il Codice della Strada si è trovato costretto a regolamentarle, imponendo una potenza e una velocità massime. In questo modo si è potuto distinguere in modo chiaro che cos’è un veicolo elettrico e cosa invece conta come mezzo a motore.

La motivazione ecologica: per un futuro più green

A spingere sempre più persone all’acquisto di biciclette elettriche, monopattini elettrici e hoverboard è anche il crescente interesse che i consumatori oggi hanno per l’ambiente. I veicoli elettrici, infatti, sono sicuramente eccellenti rappresentanti di quella mobilità sostenibile che si auspica si diffonderà sempre di più. Questi mezzi funzionano appunto a batterie ricaricabili, non emettono nulla nell’aria e sono quindi ad impatto ambientale zero.

Se consideriamo i dati a livello nazionale è possibile rendersi conto di quanto oggi la situazione sia critica dal punto di vista dell’inquinamento e, quindi, quanto sia importante che chi può faccia la sua parte sostenendo la mobilità elettrica. Infatti: le città che superano di gran lunga il limite massimo annuale di polveri sottili sono moltissime (oltre 40 capoluoghi di provincia), la percentuale in Italia di auto diesel vendute è superiore del 10% rispetto agli altri Stati europei, secondo l’EEA ogni anno sono 60mila i morti premature a causa dell’inquinamento atmosferico e si spendono oltre 100 miliardi per la cura sanitaria di persone con problemi legati allo stesso.

Favorire la mobilità elettrica, alla luce di tutti questi dati, non è solo qualcosa che si fa per sé, per migliorare le proprie giornate visto che muoversi con questi mezzi è rilassante e fa bene, ma anche per il benessere di tutti e la salvaguardia del nostro pianeta.

Ad ognuno il suo veicolo elettrico

Non tutti i veicoli elettrici sono il mezzo giusto per chiunque, ma in commercio oggi ce ne sono diverse tipologie, ecco perché ognuno può trovare fra i tanti qualche sistema di mobilità elettrica che si sposa con le sue personali esigenze. Le bici elettriche sono sicuramente il mezzo più versatile perché si possono utilizzare praticamente a qualunque età: statisticamente sembra essere un prodotto che va molto fra i 35 ed i 64 anni e perlopiù fra il genere maschile.

Pochi i giovani, quindi, ma sembra più per una questione di potere d’acquisto che di gusti. La crescente diffusione del prodotto e i prezzi convenienti, specialmente online, sicuramente comunque porteranno questo mezzo anche fra i più giovani nel giro di qualche anno. A comprare questi mezzi saranno i genitori, magari, che saranno sicuramente più contenti di mandare i ragazzi a scuola in bicicletta piuttosto che con gli scooter, certamente più pericolosi. Ambiti dalla gioventù sono più veicoli come il monopattino elettrico e l’hoverboard: mezzi non solo di fatto comodi, ma anche di tendenza.