Cromoterapia nell’idromassaggio: come funziona e che benefici ha

Una delle funzionalità più sottovalutate, ma poi più apprezzate nella tecnologia delle vasche idromassaggio è la cromoterapia. Per chi non la conosce è solo “la luce che cambia colore e fa la vasca più bella”, ma chi approfondisce un po’ questa terapia scopre che è un qualcosa che ha un forte impatto sul benessere. Dopotutto ogni funzionalità creata per questi dispositivi ha l’obiettivo di migliorare l’utilizzo e potenziare al massimo i benefici per la salute. La cromoterapia è di conseguenza diventata un elemento importante fra le dotazioni delle vasche multifunzionali idromassaggio.

Essa non è solo in grado di mettere una nota positiva dal punto di vista estetico, rendendo il momento più unico e speciale, ma anche di influire indirettamente sull’umore, sullo stress e su tutta quella parte di salute che non è tangibile. Buona parte dei benefici che la vasca idromassaggio è in grado di donare, partono proprio dall’esperienza sensoriale che essa rappresenta, è per questo che tale funzionalità non va sottovalutata. Non è un caso se le migliori vasche idromassaggio (nonché le più vendute), come il modello Vasca idromassaggio SPA Royale o il modello SPA Millionaire,  possiedono questa funzionalità.

Come funziona la cromoterapia?

La cromoterapia è, come si evince dal termine stesso, la terapia del colore, ovvero una terapia alternativa legata alla psiche umana. Essa si riconduce al principio dei colori che, è provato, agevolano l’equilibrio mentale e fanno scattare nella mente umana dei meccanismi inaspettati involontari. I colori infatti, secondo alcuni studi scientificamente validi, predispongono la persona in maniera diversa rispetto alle cose che avvengono intorno a sé.

L’alternare, quindi, in modo lento e progressivo i giusti colori, può consentire di rilassarsi maggiormente ed addirittura, in alcuni casi, calmare determinati sintomi. Le tonalità sono diverse: si va dal blu del mare, ai toni del fuoco, al verde della natura. Ogni colore suscita nelle persone particolari emozioni e sensazioni, facendo anche venire alla mente ricordi e momenti vissuti.

La cromoterapia non è un elemento nuovo, ma ha origini molto antiche: sin dai tempi degli Antichi Greci infatti si parla di esperienze sensoriali che partono dai colori. Alla base c’è il concetto di equilibrio energetico, da ricondursi alle vibrazioni che i colori sono in grado di imprimere nel profondo dell’uomo.

La terapia dei colori nell’idromassaggio

Come anticipato, la cromoterapia nelle migliori vasche idromassaggio non manca mai e contempla di solito 7 tonalità. I colori più significativi per la cromoterapia sono quelli primari: come il rosso, il giallo, il blu. Il rosso dà un’energia calda e avvolgente, capace di stimolare la circolazione e l’azione respiratoria. Il blu, tono freddo, è in grado di calmare e donare serenità, influendo quindi sul sistema parasimpatico. Il giallo, di spirito positivo, aiuta la digestione e ha effetti benefici sui muscoli. Nel passare da un colore primario all’altro si passa ovviamente ai colori secondari, capaci di rendere l’esperienza completa che solo un arcobaleno può dare.

Per utilizzare la cromoterapia nella vasca idromassaggio normalmente è sufficienza premere un pulsante di avvio. Ci sono strutture che hanno un unico faretto multicolore che ruota ed altre che invece hanno più led di diversi colori. La variazione cromatica accompagna di solito sia durante l’idromassaggio che durante la fase di riempimento.