Mini piscina idromassaggio: pro e contro del must di questa primavera

Sarà la necessità di passare più tempo a casa, sarà l’arrivo anticipato della primavera o forse il bisogno di rilassarsi ed evadere dallo stress quotidiano… in tutti i casi sembra proprio che il must per l’arrivo della bella stagione 2021 sia quello di dotarsi di una minipiscina idromassaggio da installare all’esterno, sul terrazzo o in giardino. Per molti anni questo genere di articolo è stato concepito come un qualcosa riservato a pochi eletti, ovvero che potevano permettersi di un acquisto sopra le righe e di lusso, ma oggi come oggi le cose sono molto cambiate.

Le mini piscine idromassaggio sono nel 2021 un articolo che si compra anche a basso prezzo e che è diventato, quindi, una coccola per chi ha voglia di concedersela. Sotto la luna e le stelle o durante il giorno baciati dal sole, da soli o in compagnia, è sempre il momento perfetto per restare un po’ in ammollo coccolati dall’acqua calda, magari con un buon drink in mano. Questo tipo di prodotto è perfetto per riqualificare i propri spazi esterni e goderseli ancora di più, senza contare che, se si sceglie un modello con la funzione del nuoto contro corrente, è possibile anche utilizzarlo per tenersi in forma.

I modelli sul mercato sono tanti e diversi e le domande che si pone chi è la prima volta che approccia una minipiscina sono di certo molte, cerchiamo quindi di fare una panoramica in modo da dare almeno un quadro generale su questi articoli che sono fra i più acquistati in questi primi mesi dell’anno.

Piscine idromassaggio da esterno: ecco perché stanno spopolando

I pro di comprare una mini piscina idromassaggio sono innumerevoli. La minipiscina è una vasca contenente acqua calda, dotata di una serie di bocchette per il massaggio con i getti di acqua. Grazie a queste due componenti è possibile godere dei benefici dell’acqua calda e del massaggio, regalandosi benessere e relax. Basta una mezzora in ammollo qui per sentire i muscoli più rilassati e veder sparire quel piccolo doloretto dietro al collo o alla schiena. Questo, senza contare il benessere mentale che si può raggiungere facendosi coccolare fra le mura di casa.

I modelli in commercio, come anticipato, sono diversi: cambiano le forme, le tipologie, le dimensioni. Le vasche più gettonate sono quelle di media misura, abbastanza contenute nella metratura, ma piuttosto capienti per poter coinvolgere nel relax il partner o qualche amico.

Da un modello all’altro possono cambiare la quantità d’acqua che contiene, le varietà di massaggi, le sedute all’interno. Il ventaglio di proposte consente, insomma, di trovare il prodotto giusto per impreziosire la propria dimora e regalarsi una piccola spa nel proprio spazio esterno. I benefici, quindi, si hanno sulla salute che sullo spirito. Insomma, con una mini piscina idromassaggio è possibile dare una nota in positivo alla qualità della propria vita.

I contro di un articolo di questo tipo

Per piccola che sia una minipiscina idromassaggio richiede ovviamente almeno che si abbiano 3 metri quadrati a disposizione: bisogna infatti considerare non solo lo spazio occupato dalla piscina, ma anche un’area extra attorno alla stessa, utile per rendere agile l’accesso, per l’installazione dei suoi dispositivi, per la sicurezza.

Inutile dire che la superficie dove si sceglie di mettere la minipiscina deve essere perfettamente dritta, altrimenti si danneggerà in fretta. In questo senso bisognerà prima di installarla assicurarsi del luogo di ubicazione, occupandosi di appianarlo dove possibile. Nel caso di terrazzi bisognerà anche assicurarsi della portata massima degli stessi: una minipiscina, piena d’acqua ha un peso notevole da non sottovalutare.

Le tipologie di piscine da esterno di questo tipo sono moltissime, un problema per chi non conosce bene l’argomento. La cosa migliore da fare, quindi, se si sceglie di comprare una di queste piscine, è quello di selezionare un rivenditore in cui è garantita l’assistenza clienti prima, durante e dopo l’acquisto. In alcuni casi i costi del prodotto sono molto elevati, ma anche in questo caso non si tratta di un problema insuperabile, basta infatti comprare, per esempio, dal produttore direttamente per spendere poco e “bene”, acquistando cioè qualcosa di valido e durevole.