Quanto costa un box doccia idromassaggio e come orientarsi nel sceglierlo

Quando si ha la necessità di comprare un box doccia sono diverse le caratteristiche che bisogna tenere in considerazione. Oltre alla forma e alle dimensioni, che dipendono ovviamente dal piatto doccia, ci saranno da scegliere il materiale delle ante, che è di solito in pvc o in vetro temperato, lo spessore del box, il tipo di telaio e ovviamente di apertura delle ante (a battente, scorrevoli etc.).

Nella scelta elemento importante ma non determinante è anche ovviamente il prezzo. È vero che non si può comprare un prodotto solo perché costa poco, ma è anche vero che risparmiare non dispiace a nessuno. Il modo migliore per comprare prodotti come il box doccia è quello di fare l’acquisto online da e-shop specializzati che si forniscano direttamente dal produttore, tagliando così i costi di altri intermediari.

Box doccia ImportForMe

Un esempio di un e-commerce come questo è ImportForMe: i prodotti a disposizione sono moltissimi e la qualità qui di certo non manca. Vi sono i modelli angolari, cioè posizionati su due lati, ma anche i modelli walk e i vetri sopravasca. Le misure sono tante e diverse per adattarsi alle esigenze di ogni bagno.

La prima cosa da fare prima di fare il proprio acquisto è quella di prendere con attenzione le misure del piatto doccia o dei lati di muro dove il prodotto verrà posizionato. I prodotti ImportForMe hanno misure standard che però si possono facilmente adattare di qualche centimetro senza problemi.

Per ogni genere di esigenze e consigli, nonché per ricevere assistenza post vendita è sufficiente contattare il portale e si riceverà subito assistenza. Una scelta importante da fare ma che dipende molto dalle proprie esigenze e dai gusti personali è il tipo di materiale. Indubbiamente quello migliore è il vetro, durevole ed esteticamente di grande resa, luminoso e comodo.

I modelli possono avere l’apertura della doccia ubicata in diversi punti per consentire indipendentemente dal tipo di bagno di trovare il giusto prodotto. Le tipologie più richieste di apertura sono comunque quella con la porta battente e la porta scorrevole perché sono esteticamente molto eleganti, di design accattivante e anche pratiche sia da usare che da pulire.

Il box doccia in vetro: come scegliere e quali sono le sue caratteristiche

Le tipologie di vetro possono essere diverse, ma di sicuro quella più scelta è il vetro temperato trasparente. La sua luminosità infatti è indiscussa, così come l’eleganza ed il buongusto del prodotto indipendentemente dallo stile di arredamento, dai colori, al tipo di prodotto.

Se si vuole comunque qualcosa di diverso ci sono anche il vetro satinato ed il fumé. Il vetro satinato ha il vantaggio di non far notare le gocce d’acqua rimaste, quindi è possibile anche trascurare di pulire accuratamente il box doccia in continuazione e non si noterà nulla. Il vetro fumè si distingue per un’estetica singolare, capace di rendere il bagno diverso dal solito e sofisticato.

In tutti i casi i vetri di ImportForMe sono antigoccia, sono cioè sottoposti ad uno speciale trattamento che permette lo scorrere dell’acqua scampando la fastidiosa formazione di calcare.

A disposizione sull’e-shop ci sono diversi spessori: si parte dai 3 mm, passando per i 6 e arrivando sino agli 8 mm. Il 3 mm è molto elegante, ma è consigliato se non ci sono bambini in casa perché ovviamente più fragile. Già con i 6 o gli 8 mm la resistenza è maggiore. Gli 8 mm vanno bene anche se si scelgono prodotti senza profili o se si tratta di cabine walk in.