Sanitari sospesi: reggono davvero? Come funzionano? Come si installano?

Belli e moderni, i sanitari sospesi sono ancora uno di quei prodotti su cui le persone si interrogano tutt’oggi. Così belli e dall’idea leggeri, saranno davvero in grado di reggere, con il passare degli anni, il peso di tutti? Con gli anni inizieranno a “ballare” sulla parete? Perderanno presto? Cerchiamo di capire come funzionano per rispondere ad ogni dubbio.

I sanitari sospesi, conosciamoli meglio

I sanitari sospesi sono dei sanitari che non sono appoggiati al pavimento come quelli classici, ma che sono ancorati al muro per mezzo di strutture in metallo chiamate staffe. Le staffe sono inglobate nella parete e di conseguenza all’occhio il sanitario appare “semplicemente” attaccato alla parete a mezz’aria, dando per questo quell’impressione talvolta di “inaffidabilità”. A volte è per questo che qualcuno teme di sceglierli, ma in realtà è un timore che non ha motivo di esistere perché non è reale.

Un vaso o un bidet sospeso, infatti, è in grado di sorreggere grandi pesi anche per anni, se ben ancorati al muro. Il muro e la staffa devono essere in grado di sostenere il peso del prodotto in ceramica e le sollecitazioni che vi sono nell’utilizzo. A fare la differenza quindi non è tanto il fatto che il sanitario sia sospeso o meno, quanto un montaggio di qualità. Solo così infatti, tutto resterà come all’inizio: stabile e funzionale.

Come si montano i sanitari sospesi?

Per installare correttamente i sanitari sospesi è consigliato di affidarsi a qualcuno che ne sa, in modo da essere certi al 100% che tutto sia fatto correttamente e bene. Per mettere questo tipo di sanitario in bagno è bene che ci sia una parete di almeno 8 cm, che risulterà una volta messo il prodotto di 10. Se non ci sono i centimetri necessari, niente paura, è possibile crearli per mezzo di una controparete, che avrà un’ampiezza di poco superiore a quella occupata dal sanitario stesso ed una larghezza di 1,4 m.

Se la parete non è in muratura, ma in altri materiali meno solidi bisognerà utilizzare staffe apposite per l’ancoraggio a terra. Questi prodotti si usano anche nei casi in cui gli utilizzatori del sanitario siano persone con grave sovrappeso, per una questione di sicurezza. Insomma, a determinare la solidità del sanitario non è tanto il sanitario stesso, quanto la staffa di sostegno e il montatore, nonché la portata della parete.

I sanitari sospesi: design e sicurezza

Che dal punto di vista estetico i sanitari sospesi siano sicuramente migliori rispetto a quelli a terra, non ci sono dubbi. Grazie al loro essere sospesi in aria, danno al bagno un aspetto elegante e luminoso. Bellezza a parte, sono anche molto più comodi per la pulizia e occupano anche meno spazio in profondità, cosa utile visto che di solito i bagni non hanno grandi dimensioni nella maggior parte dei casi.

Essi sono anche molto sicuri, tanto quanto un modello che poggia a terra. I sanitari in commercio infatti sono di solito stati sottoposti a test di carico, in grado di garantire di poter sorreggere grandi pesi con il passare degli anni. Parliamo di test nei quali il prodotto è stato sottoposto ad oltre 400 kg di carico statico, una cifra capace di fare da garanzia di sorreggere praticamente ogni persona.