Tendenze 2020: cambiare lampadari per rendere casa come nuova

Se è da anni che a casa avete le stesse cose, gli stessi arredi, i medesimi lampadari e quadri e avete voglia di cambiare, l’inizio dell’anno potrebbe essere il momento giusto per farlo. Alla fine per dare alla propria casa un’aria del tutto nuova non serve ricomprare tutto l’arredamento, ma magari ruotare un po’ quello che c’è, ridisporre la stanza e cambiare qui e là qualche dettaglio. Se è da anni e anni che vedete tutto uguale, vedrete che basta poco per dare una sensazione di piacevole rinnovo.

Come ogni anno la Milano Fashion Week ha lanciato le sue mode e le sue tendenze anche nel mondo dell’arredocasa, vediamo quali sono per poter cominciare questo 2020 con una casa all’ultimo grido da godersi ogni giorno.

I lampadari di tendenza per il 2020

Premettendo che non è bello ciò che è bello, ma ciò che piace, sappiate che la moda per quest’anno ha messo sul podio i lampadari a sospensione, quelli in grande formato capaci di fare da scenografici protagonisti, ma sempre con classe e moderna eleganza. Lampadari di design voluminosi si dispiegano dall’alto verso il basso a costituire un lampadario – scultura meraviglioso. Le forme sono quelle moderne in stile “spazio” con cerchi concentrici o sfasati o anche le figure geometriche.

I colori scuri dei lampadari di tendenza per quest’anno si fanno notare a contrasto con la parete bianca o rispetto ad altri elementi invece chiarissimi messi proprio volontariamente a contrasto in un gioco di colori molto efficace. Presenza immancabile, com’è stato negli ultimi anni del resto, rimane il metallo, come l’acciaio, capace di riflettere la luce, di attirare lo sguardo e di farsi notare sì, ma con discrezione ed eleganza.

I metalli preziosi creano una finitura e di design tutto sommato ricca che sembra mettere in evidenza la volontà di porre l’accento sulla scelta del lampadario come protagonista della stanza rispetto (quasi) all’arredamento. D’altro canto l’illuminazione, si sa, è un tocco fondamentale in tempi moderni per fortuna di primaria importanza.

Come si inserisce un lampadario importante in una stanza

Inserire un lampadario come quelli di moda per questo 2020 non è cosa difficile, se si sa come farlo. Innanzitutto, bisogna pensare dove si inserirà il nuovo lampadario. Gli ambienti più classici sono il soggiorno e la sala da pranzo. Luoghi di convivialità si prestano infatti alla perfezione ad un lampadario di forte impatto estetico. Luce calda o luce fredda dipende dai gusti, purché la luce ci sia, ma non troppo forte da dare fastidio se ci si trattiene un attimo di più. In salotto il lampadario importante o di design si abbinerà anche ad un’altra lampada con la luce più soft per i momenti intimi e tranquilli, mentre in sala da pranzo si farà coincidere la luce con il centro del tavolo.

Lampadari importanti vanno bene anche in cucina e in camera da letto: nel primo caso è importante vedere bene quindi o li si posizione sul “banco lavoro” o si associano ad altre fonti di illuminazione mirata; nel secondo si può andare anche su qualcosa di più soffuso.

Se il lampadario è importante bisogna dimenticare di riprenderne forme e colori in modo troppo pesante nel resto degli arredi. Cadere nell’esagerazione non è elegante e nemmeno di gusto. È importante, piuttosto, creare il giusto equilibrio. Colori tenui e neutri potranno, per esempio, esaltare un lampadario importante, dandogli luce, visto che il metallo può rifletterne il chiarore.

Interessanti e sempre attuale, altrimenti, la regola dello yin e dello yang, cioè i giochi di contrasti cromatici (come il bianco e il nero) che creano equilibrio. Nella creazione della perfetta armonia cromatica non bisogna dimenticare che si possono inserire anche quadri o stampe alle pareti che ne riprendano i tratti e le geometrie, ma magari in contrasto di colore.